Trasporti

Una rete efficiente per tutti

Stop a passeggeri di serie A e di serie B. Nel 2013 i piemontesi che usano i mezzi pubblici sono aumentati del 18 per cento.. Investire nel trasporto pubblico locale significa consentire a migliaia di persone di spostarsi per lavorare, studiare o andare dal medico anche se si non si abita nei grandi centri. Per rispondere alla domanda di efficienza dei cittadini, ecco gli obiettivi più importanti:

Rinegoziare con GTT e RFI (Rete Ferroviaria Italiana) le condizioni del Servizio Ferroviario Metropolitano di Torino e del Servizio Ferroviario Regionale.

Sarà utilizzato lo strumento della gara per far diminuire i costi e sostenere così le tratte meno frequentate; garantire efficienza, pulizia e puntualità; candidarci a nuovi Finanziamenti europei insieme al Politecnico e altri partner.

Avviare un accordo di programma con RFI (Rete Ferroviaria Italiana) che tuteli i pendolari piemontesi.

  • Raddoppio della tratta Fossano-Cuneo;
  • Riattivazione della tratta Casale-Mortara;
  • Nuovi investimenti sull’asse Novara-Domodossola;
  • Prezzo abbonamento per lavoratori/studenti accessibili a tutti;
  • Controlli più efficaci verso chi non paga il biglietto.

Il riordino e l’ammodernamento del trasporto pubblico regionale sarà condotto all’interno del quadro dei collegamenti internazionali già stabiliti (la Torino-Lione in primo luogo), delle connessioni con il porto di Genova e gli assi intermodali tra Nord Europa e Mediterraneo (terzo valico o sue varianti, asse Genova-Rotterdam).

FacebookTwitterGoogle+LinkedInEmailStumbleUponDigg
Commenta questo articolo